Libera, senza troppe regole, delicata e piena di vita sottile, tenue e leggera: questa è la mia fotografia da sempre.

Doveva solo arrivare il momento giusto perché io potessi scoprire che era lo specchio autentico del mio soggetto preferito: i bambini.

Liberi, privi delle regole che non amano perché inibiscono, o avversi ad imposizioni perché inutili. Delicati come i loro cuori sempre pronti alla felicità, pieni di una vitalità dolce e adorabile, perché, quando vogliono, sanno sognare ed immaginare di volare.

È stato naturale per la bambina che è in me scegliere di fotografare ciò in cui mi riconosco ed è stato altrettanto naturale scegliere di farlo nel loro ambiente, dove liberi di essere e fare quello che sentono realizzano se stessi giorno dopo giorno. Mentre giocano imparano, scoprono il mondo e lo conquistano.

Senza bisogno di costringerli davanti a un obiettivo, sono io a seguirli nelle loro espressioni più autentiche e nei loro gesti più spontanei per cogliere, di loro, qualcosa che gli ricorderà sempre chi davvero sono.

La loro capacità di meravigliarsi, di esprimere nient'altro che la verità, di celebrare la vita con un sorriso: in tre parole “essere felici sempre”.

Fotografando loro, descrivo la perfezione dell'essere.